Sevens U18 : Vittoria!

  • 7 giugno 2018

Nella rinomata ma disorganizzata tappa di Rovigo, il Paese si aggiudica la vittoria dopo una concitata battaglia con un Oderzo mai domo, ribaltando l’atteggiamento visto nella tappa precedente.

Si iniziano le danze affrontando il Badia, squadra poco conosciuta che aveva ben impegnato nella prima tappa il Tarvisium. Solita partenza lampo dei canguri, che segnano subito una meta con Bianchin, salvo subire subito il ritorno degli avversario che pareggiano. I ragazzi non demordono e con le mete in sequenza di Sartori, Alzetta e Conventi mettono al sicuro il risultato, nonostante un tentativo di ritorno dei locali.

Nella partita successiva, rincontriamo il Castellana, che come domenica scorsa regoliamo con un perentorio 4-2. Apre subito le marcature Conventi,  seguito da Vanin e Sartori per un primo tempo chiuso sul  19-0. Nel secondo tempo il Castellana accorcia le distanze, ma la meta di Pornaro chiude definitivamente il gioco.

A questo punto ci troviamo ad affrontare in sequenza sia il quotato Oderzo che il Mirano, senza possibilità di respirare, e privi di Riccardo Danesin, infortunatosi al volto in uno scontro di gioco e costretto a terminare la sua tappa in anticipo.

Duro inizio contro i Grifoni, che risultano più efficaci di noi e chiudono il primo tempo in vantaggio 17-0 grazie a ben tre mete. Nell’intervallo, la sfuriata di coach Bot con i giocatori produce subito i risultati voluti, ed alla ripartenza il Paese piazza un rapidissimo 1-2 prima con Conventi, che riceve palla al largo, supera l’ala avversaria e si invola verso la linea di meta, seguita a ruota dalla meta di Sartori, pronto a concludere un’azione corale nata da uno spunto di Pornaro e proseguita poi da Vanin e Alzetta, prima che il mediano sorprenda la difesa avversaria.

L’Oderzo non ci sta e reagisce segnando la quarta meta, ma e’ ancora Conventi a sfruttare la sua velocità, sorprendendo la difesa dell’Oderzo ed andando a schiacciare quasi indisturbato.

Finale da cardiopalma, coi Grifoni che difendono il residuo vantaggio negli ultimi scampoli di partita, ma vengono puniti da Pornaro proprio all’ultima azione. La successiva trasformazione di Sartori ci permette di aggiudicarci la partita per 26-24.

La partita successiva con il Mirano dovrebbe essere solo una formalità, se non fosse per il fatto che dobbiamo giocare subito dopo quella con l’Oderzo, senza un attimo di respiro. Ma i canguri ci mettono poco a sistemare le cose: inizia ancora Vanin, bucando la difesa veneziana dopo una penetrazione di Dissegna, prosegue poi Alzetta. Il Mirano non ci sta, e accorcia le distanze, ma Brescacin prima e Sartori poi permettono di chiudere il tempo con un consistente vantaggio. Nella ripresa ancora meta per Sartori e per Aztori, per chiudere il torneo con una rotonda vittoria per 36-12.

A torneo finito, ancora gloria per Aztori, che assieme a Sartori passa ad aiutare la Castellana, in debito di giocatori nella sfida decisiva per il secondo posto, segnando l’unica meta della partita che mantiene per un po’ il Castellana aggrappato alla gara, prima che l’Oderzo ‘scappi’ via.

Dopo la partita, il coach Bot ha espresso soddisfazione per il carattere dimostrato particolarmente nel secondo tempo della partita con l’Oderzo, ma si e’ rammaricato per la mancanza di concentrazione che ci ha portato in quella situazione e che ci ha fatto subire più di una meta evitabile nel corso delle altre gare.

Ed ora, prossima tappa il 17 Giugno in quel di Schio, con l’Oderzo che già preannuncia battaglia.

Formazione:
in piedi Vanin, Dissegna, Zabotti, Pornaro, Brescacin, Franzin, Bianchin, Conventi, Aztori.

Accosciati : Sartori, Alzetta.